Lo zoo di Edimburgo

0
1409

È stato pubblicato ieri il primo video di Mekong, il baby tapiro, ultimo nato del 2014 per lo zoo di Edimburgo.
Il cucciolo di tapiro vietnamita è nato lo scorso 31 dicembre e oggi ha avuto la sua entrata in società. Ecco il link all’articolo dell’Evening News dove si può vedere il primo video che lo ritrae.

Una foto del Baby tapiro, presa dalla pagina Facebook dell'Evening News
Una foto del Baby tapiro, presa dalla pagina Facebook dell’Evening News

Mekong è solo l’ultimo della lunga lista di cuccioli nati nello zoo di Edimburgo (per esempio, ecco la nostra news sull’ippopotamino nato nel 2013). Questo parco, aperto al pubblico dal 1913, è stato progettato sul modello dello zoo di Amburgo, con grandi spazi aperti dove gli animali possono vagare, in contrapposizione con il modello di zoo più diffuso in quel periodo, che prevedeva gli animali in mostra in delle gabbie.

Lo zoo si trova su una collina a ovest della città, una buona idea per una domenica fuori porta, una posizione che lo rende anche un buon punto di osservazione dulla città.
Come ci tiene a sottolineare in qualsiasi spazio gli sia concesso, lo zoo di Edimburgo è l’unico posto in Regno Unito dove potrete osservare i Koala e i Panda giganti (i tentativi di gravidanza della panda Tian Tian sono sempre motivo di articoli, al pari dei vari Royal Babies). Se volete fare visita ai due panda, però, dovete prenotare. Come due vip ad un party in discoteca, i due plantigradi possono essere visti solo se il siete sulla lista. Non vi sono costi aggiuntivi, ma bisogna essere assegnati ad uno slot orario preciso.

Non solo mammiferi: anche gli uccelli attraggono migliaia di visitatori allo zoo di Edimburgo. La struttura ospita una famosa colonia di pinguini. Se amate questi uccelli marini, ecco il link alla webcam, che mostra in diretta le immagini della colonia.

Per i grandi amanti degli animali, lo zoo offre anche la possibilità di fare un’esperienza come custode: per mezza giornata o una giornata intera, si possono accudire gli animali, dando loro da mangiare e svolgendo tutte le attività connesse. Tra questi, c’è un pacchetto speciale che prevede di accudire e dare da mangiare ai rinoceronti!

Lo zoo, ovviamente, non è solo un luogo di intrattenimento; la struttura partecipa anche a moltissimi programmmi di conservazione e tutela della flora e della fauna. Infatti molti dei soldi guadagnati dallo zoo vanno, oltre che per il suo sostentamento, anche a finanziare ricerche e programmi di tutela, non solo per specie esotiche, ma anche per specie autoctone della Scozia che per vari motivi stanno scomparendo. Un esempio? La tigre delle Highland.

Se volete visitare lo zoo e conoscerne di più sul suo lavoro, ecco il link al sito web ufficiale, con orari e prezzi.
In più, ecco il link alla mappa dello zoo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *