Welcome to Magazine Premium

You can change this text in the options panel in the admin

There are tons of ways to configure Magazine Premium... The possibilities are endless!

Member Login
Lost your password?

Iscriversi ad un master in Scozia [parte prima]

February 23, 2016
By

Attratti dalla qualità dell’insegnamento e dal mercato del lavoro ricco di opportunità, sempre più studenti internazionali scelgono la Scozia come meta ideale per conseguire un master.
Oggi darò qualche consiglio agli studenti italiani che dopo aver conseguito la laurea triennale in Italia decideranno di trasferirsi ad Edimburgo per un master.

Edimburgo è una città particolarmente ricca e dinamica per quanto riguarda la vita universitaria: la popolazione studentesca rappresenta infatti circa un quinto di quella residente totale. La caratterizzazione di Edimburgo come città universitaria è resa palese dalla presenza di ben quattro università presenti nella sola capitale.
L’università di Edimburgo in particolare è una delle più antiche e prestigiose del Regno Unito. Ad essa si aggiungono, Edinburgh Napier University, Heriot-Watt University e Queen Margaret University, appena fuori dai confini della città.

Prima di scegliere il proprio programma di studi, dobbiamo considerare le principali differenze tra l’ordinamento universitario italiano e quello britannico, in particolare quando parliamo di master. Riferendoci al Regno Unito, intendiamo un titolo di studio che nulla ha a che vedere con i vari master italiani. Questi ultimi sono dei generici titoli post laurea privi di un equivalente diretto all’estero; al contrario il master britannico è equiparato in tutto e per tutto alla nostra Laurea Magistrale dal processo di Bologna (sono cioè, entrambi titoli di livello 7 EQF). D’ora in poi parlando di master mi riferirò solo al titolo britannico.

Un altro fattore determinante per avviare nel modo migliore il proprio percorso di studi, è la tempistica: se infatti Italia è possibile immatricolarsi ad un corso di laurea specialistica pur non avendo ancora completato il proprio corso di laurea triennale, questa possibilità non è prevista nel Regno Unito. Si può tuttavia presentare la propria domanda d’ammissione prima di aver ottenuto la laurea, e anzi è auspicabile farlo: presentare la propria domanda d’ammissione con largo anticipo costituisce infatti un incentivo al successo della stessa, inoltre aumenta la possibilità di essere selezionati per le eventuali borse di studio a cui si è fatto domanda.

University of Edinburgh

L’Università di Edimburgo.
Credits: The University of Edinburgh Facebook page

Le differenze tra il nostro ordinamento e quello britannico non finiscono qui, esistono infatti due tipi molto diversi di master: taught e research.
I programmi Taught, cioè incentrati sull’insegnamento frontale, sono il titolo più diffuso e ricalcano la struttura delle nostre lauree specialistiche. Sono programmi in cui lo studente assiste alle lezioni e poi sostiene degli esami per poi redigere una tesi finale. Solitamente durano un anno (ma dal momento che l’equivalente della laurea triennale britannica dura 4 anni questi titoli – è bene sottolinearlo- sono equiparanti in tutto e per tutto ai nostri due anni di specialistica). I master taught sono a loro volta divisi in titoli a diverso nome, i cui tipi i più comuni sono: MA (master of arts, cioè
materie umanistiche) MSc (master of science, cioè le materie scientifiche) e MBA (master of business administration, ovvero i corsi di economia e managment). Ve ne sono poi numerosi altri: di nuovo ci troviamo a titoli assolutamente equivalenti e non bisogna farsi influenzare dalle differenze nei nomi, poiché quello che conta sono le differenze nei programmi che varieranno di volta in volta, può capitare infatti che diverse università usino diversi master con diverso nome per indicare la stessa materia: ad esempio solitamente il master in Filosofia è un MA come per le altre materie umanistiche, ma l’Università di Edimburgo rilascia un MSc in Filosofia.
I research master sono invece programmi incentrati sulla ricerca che prevedono un numero ridotto di corsi oppure nessuno sono centrati sulla stesura della tesi finale, che rappresenta il vero e proprio progetto di ricerca del master. Solitamente questo tipo di programma è visto come un avvio alla carriera accademica come tappa intermedia prima del dottorato (PhD) a cui in alcuni casi è previsto un accesso diretto una volta terminato il programma. Solitamente a scegliere il master di ricerca sono studenti più maturi, abituati già a svolgere ricerca in modo indipendente, essendo questi programmi piuttosto selettivi e con un alto grado di autonomia lasciato allo studente.
Solitamente i mater di ricerca sono noti come Mphil, ovvero Master of philosophy, indipendentemente dalla materia in cui viene conseguito tale titolo, ma anche in questo caso diverse università possono rilasciare diversi titoli.

Nella prossima parte di questo articolo vedremo più nel dettaglio i documenti necessari e alcuni consigli su come rendere più efficacie la propria domanda d’ammissione in un università scozzese.

Francesco Ellia

Tags:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *




News ed Eventi