Welcome to Magazine Premium

You can change this text in the options panel in the admin

There are tons of ways to configure Magazine Premium... The possibilities are endless!

Member Login
Lost your password?

Curiosità della Scozia: il Kilt!

October 25, 2012
By

Tutti conosciamo il kilt! Quando pensiamo alla Scozia, è proprio questo uno dei simboli che per primi ci balzano alla mente, accompagnato dal prorompente suono delle cornamuse.

Il kilt è un indumento rigorosamente maschile, che consiste in un semplice pezzo di stoffa arrotolato ed allacciato intorno alla vita. Al colpo d’occhio non dista molto dalla gonna femminile! 

Eppure questo curioso tessuto è indossato con orgoglio durante le occasioni speciali e le cerimonie da molti uomini scozzesi (assistendo a una partita della nazionale locale, di rugby o calcio, non mancherà occasione di incontrarne diversi sugli spalti!).

L’orgoglio scozzese rivendicato con questo indumento è tale da averlo trasformato in una componente essenziale di alcune uniformi militari. Durante i conflitti mondiali del secolo scorso i battaglioni scozzesi dell’esercito britannico lo indossavano con fierezza in battaglia!

Originario dell’aspra regione delle Highlands, viene solitamente indossato accompagnato dallo sporran, un borsello di cuoio in cui venivano in passato custodite le monete ed eventuali oggetti preziosi.

Tradizione vuole che al di sotto del kilt non si debba portare biancheria intima: una bella sfida al clima, non sempre mite da queste parti!

Ma come è nata questa usanza?

Il kilt per come oggi lo conosciamo è stato reso famoso dal signor Thomas Rawlinson, commerciante quacchero di origini inglesi che visse nelle Highlands agli inizi del ‘700.

Egli possedeva una fornace nei pressi di Iverness. Osservando i proprio operai intenti ad abbattere gli alberi ebbe l’intuizione di semplificare il loro abbigliamento mettendo loro a disposizione un pezzo di tartan (un genere di disegno del tessuto di lana tipico della regione, diverso a seconda del “clan” che rappresenta) che potesse fungere sia da coperta che da gonnellino!

L’origine del kilt non è dunque così antica come i più romantici vorrebbero far credere.

I Celti infatti, abitanti di queste terre (ma anche dell’Irlanda, di gran parte della Francia e di alcune zone della Spagna) nelle epoche passate, venivano curiosamente additati dai romani per la loro usanza di portare le “brache“.

I pantaloni erano infatti così diversi dalla lunga tunica in voga a Roma.

Con il passare del tempo evidentemente qualcosa è cambiato!

Luca Cattaneo

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *




News ed Eventi