Welcome to Magazine Premium

You can change this text in the options panel in the admin

There are tons of ways to configure Magazine Premium... The possibilities are endless!

Member Login
Lost your password?

Gurro: un angolo di Scozia in Italia

May 30, 2018
By

Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto” recita un famoso detto; ed è così che, se si vive in Italia e non ci si può permettere di visitare la Scozia (o tanto meno di viverci!), è la Scozia che viene in Italia. Suona strano? Forse un po’, ma è quello che succede davvero in un paese pressappoco sconosciuto in Piemonte.

Se non siete mai stati a Gurro, piccolissimo comune nella provincia di Verbania- Cusio-Ossola e situato a due passi dal lago Maggiore, dovete davvero concedervi una visita.

Gurro

https://commons.wikimedia.org/wiki/User:Awd

Questo borgo abitato da poco più di 200 anime è incredibilmente particolare grazie alle sue origini scozzesi che valorizza e mantiene tutt’oggi: non stupitevi quindi se, passeggiando tra le sue viuzze, sarete circondati da stemmi originali, kilt e cornamuse…A Gurro tutto ciò è la normalità!
Le motivazioni di questo legame con la Scozia risalgono all’inizio del Cinquecento, quando il reggimento scozzese del re di Francia Francesco I, arresisi a Carlo V a Pavia, tornando a casa decise di fermarsi nella Valle Cannobina (dove si trova Gurro) in attesa della primavera.

Grazie a questa loro permanenza temporanea, si trovano ancora oggi tracce che riportano alla mente la nostra amata Scozia, come la presenza di oltre 800 parole di origine gaelica nel dialetto locale o segni del loro passaggio nell’architettura del villaggio.

Nel 1973, inoltre, al borgo di Gurro fu donato il kilt ufficiale del Clan Gayre e la Sporran (classica borsetta di pelle scozzese) originale  per indicare l’appartenenza ufficiale dei gurresi al Clan Gayre: gli oggetti sono conservati nel Museo Etnografico di Gurro e della Valle Cannobina.

Per ricordare le proprie origini scozzesi (di cui i gurresi vanno molto fieri) ogni domenica gli abitanti indossano il kilt, mentre nella seconda domenica di luglio si tiene una sfilata con tanto di tartan e cornamusa in occasione della festa del paese: fateci un salto se la Scozia è ancora lontana secondo il vostro portafoglio!

 

Greta Gontero

Tags: , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *




News ed Eventi